Stato di agitazione in Wind 3

apertura procedure raffreddamento wind 3 - 15-03-2019

Il 15 marzo 2019 con una lettera indirizzata all’azienda le organizzazioni sindacali confederali hanno notificato l’avvio delle procedure di legge per la dichiarazione dello stato di agitazione e le azioni di sciopero, come richiesto dalla normativa sugli scioperi nelle aziende che forniscono servizi pubblici come le telecomunicazioni.

Come indicato nella lettera, le motivazioni dell’agitazione sono:

  • Assenza di un coerente piano di sviluppo aziendale;
  • Mancanza di visibilità delle internalizzazioni dichiarate;
  • Rischio occupazionale dovuto ai trasferimenti verso la sede di Milano;
  • Rischio occupazionale dovuto a progetti di esternalizzazione di rami aziendali;

Tutto questo a seguito degli annunci del management aziendale nell’incontro del 13 marzo.

Per approfondire segnalo l’intervista del segretario nazionale SLC-CGIL Riccardo Saccone, presente all’incontro, che “smaschera” le reali intenzioni di Wind 3.

Nei prossimi giorni si svolgeranno le assemblee in tutte le sedi di Wind 3, per concordare con le lavoratrici e i lavoratori le azioni di protesta, per fare recedere l’azienda dalle sue intenzioni.

Correlati

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.