L’intervento di Maurizio Landini alla manifestazione del 9 febbraio

manifestazione 9 febbraio 2019

La manifestazione unitaria dei principali sindacati unitari del 9 febbraio 2019 è stata un successo probabilmente al di là delle più rosee aspettative. Il serpentone dei manifestanti visto da via Merulana era uno spettacolo imponente, e vi posso assicurare che le foto e i video che state vedendo non riescono a rendere l’idea della partecipazione. Il mio spezzone di corteo non è riuscito nemmeno a partire da Piazza della Repubblica, e insieme ad altre migliaia di manifestanti siamo passati da altre strade per poterci ricongiungere con il corteo principale in quella che doveva essere la nostra posizione, arrivando in piazza molto dopo l’inizio del comizio conclusivo.

Qui sotto l’audio dell’intervento di Maurizio Landini, il nuovo segretario generale della CGIL, un’autentica speranza per il cambiamento, quello necessario e non quello propagandistico.

Ascolta l’intervento di Landini da Piazza san Giovanni il 9 febbraio 2019

Correlati

2 Thoughts to “L’intervento di Maurizio Landini alla manifestazione del 9 febbraio”

  1. Paolo

    Fuori dal mondo.. .totalmente fuori dalla realta…Landini dalla Fiom alla Cgil…con capovolte e voltagabbanismi vari…un trasformista unico un campione del non sense…mi ricordo quando faceva il duro e puro e se la prendeva con quell’altra la camusso…poi alla fine ce andato a braccetto tutto calcolato tutto come copione .Landini il sindacalista con il freno a mano tirato…ci vuole la faccia come il sedere come la suse come la vostra che siete riusciti a fare una manifestazione contro la povera gente…ma è vero dimenticavo…è dei tempi di lama che difendete i ricchi…

  2. francesco

    Ciao,
    posso dire di non essere per nulla d’accordo con quello che scrivi. Su Landini si possono avere le proprie idee, personalmente lo ritengo un grande trascinatore, uno dei pochi in Italia oggi in grado di condividere un sogno. Per quanto riguarda la manifestazione del 9 trovo estremamente riduttivo quello che affermi, tutti quelli che c’erano, me compreso, non erano certamente dei milionari, ma operaie, operai, impiegate e impiegate, precari, disoccupati che hanno un’idea del presente e del futuro del tutto diversa da quella dell’attuale governo. Si tratta anche di persone che in alcuni casi avevano votato per il M5S, salvo rimanere disillusi dalla mancanza di strategie, dalla subalternità alla lega, e dalla pochezza dei rappresentanti al governo.
    P.S. Non ho votato M5S o lega, e nemmeno PD

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.